Instagram

Seguimi!

ABBRONZARSI CONSAPEVOLMENTE…

1 settembre 2018

Ciao ragazze, bentornate sul mio blog! Siamo ormai nel bel mezzo dell’estate e il sole diventa sempre di più il nemico n°1 per la nostra pelle; per questo motivo è molto importante proteggersi con determinati solari dotati di filtri specifici e che soprattutto abbiano a cuore la nostra epidermide.

Oggi vi presento i miei prodotti solari preferiti, messi alla prova più volte nel corso degli anni e che mi sento di consigliare. Prima però desidero soffermarmi su un argomento importante: il Sole, l’Abbronzatura e i rischi da essi derivanti.

L’abbronzatura è ormai diventata un vero e proprio fenomeno di culto e sempre più spesso si è alla ricerca di una tintarella più bella e salutare. Tuttavia, la storia dell’abbronzatura risale a tempi lontanissimi e ci racconta che il rapporto con la tintarella è cambiato profondamente con il passare degli anni: in passato si venerava il culto del “pallore” come simbolo di “nobiltà” e benessere economico e l’abbronzatura della pelle era sola prerogativa di ceti sociali umili cioè di chi lavorava. Poi nel tempo il rapporto con l’abbronzatura è cambiato e la tintarella è divenuta sinonimo di benessere e di vita agiata traducendosi talvolta ad una vera e propria ossessione e in alcuni casi degenerando in una patologia clinica denominata “tanoressia”. Tale vocabolo ricorda un’altra grave malattia, molto conosciuta e temuta e che comporta una sbagliata percezione di se stessi: l’anoressia. Infatti, mentre il soggetto che soffre di anoressia non si vede mai abbastanza magro, allo stesso modo, il soggetto che soffre di tanoressia non si vede mai abbastanza abbronzato, per cui fa un abuso smisurato di esposizione ai raggi Uv, senza precauzioni e senza limitazioni. Pare che a soffrire di questo disturbo, in maniera più o meno blanda, sia una buona parte della popolazione occidentale. Un problema certamente da non sottovalutare.

Senz’altro abbronzarsi fa bene al corpo ed alla mente, ma bisogna sempre proteggersi e soprattutto mai esagerare e far diventare l’abbronzatura un’ossessione altrimenti non solo si rischia di diventare schiavi di se stessi ma il corpo ne risente diventando sensibile all’insorgenza di malattie molto gravi quali per esempio il melanoma della pelle.

È molto importante volersi bene ed essere consapevoli dei rischi che si incontrano se non si presta attenzione all’esposizione solare, ai raggi Uv ed infrarossi.

In linea generale, la radiazione solare viene in gran parte assorbita dall’atmosfera terrestre che agisce da vero e proprio filtro; tuttavia, le radiazioni che riescono a oltrepassare questa barriera protettiva naturale sono composte da tre diversi tipi di luce:

1) Luce visibile a occhio nudo: non è strettamente pericolosa ma può provocare fastidiosi bagliori agli occhi. Ad ogni modo è indispensabile per la regolazione delle attività corporee come il ciclo sonno-veglia e l’andamento circadiano degli ormoni.

2) Raggi ultravioletti: la caratteristica principale è la loro lunghezza d’onda ovvero ciò che determina la profondità di penetrazione cutanea. In base ad essa si distinguono in: Uv-A, Uv-B, Uv-C. Essi possono provocare eritemi, distruggere i capillari, il collagene e l’elastina e nei casi più gravi possono alterare il materiale genetico contenuto nel DNA aumentando il rischio di comparsa di tumori cutanei.

3) Raggi infrarossi: la loro caratteristica principale è la trasmissione di calore allo strato superficiale della pelle; un eccessivo assorbimento può danneggiare la pelle per ipertermia e può provocare sintomi che vanno dalla vasodilatazione alla disidratazione cutanea.

Come potrete ben capire è importantissimo proteggere nel migliore dei modi la nostra pelle sempre più esposta a questi raggi.

Tuttavia, ora la domanda sorge spontanea: in che modo?   

Semplicemente prendendosi cura di se stessi e utilizzare i solari adatti!

Anche nel mondo dei solari è opportuno fare delle distinzioni a seconda della tipologia di filtri utilizzata. Esse possono essere sia “naturali”, nel caso dei filtri fisici, che sintetiche, nel caso dei filtri chimici.

I filtri fisici sono sostanze che agiscono fisicamente riflettendo le radiazioni.

I filtri chimici, invece, ricalcano il meccanismo della melanina, quindi assorbono “energia elettromagnetica” e la restituiscono sotto forma di altra energia. Questi ultimi, quindi, vengono inseriti nei prodotti solari in modo tale da proteggere in maniera esclusiva dai danni provocati dalle radiazioni solari.

Tuttavia, nella diatriba tra filtri fisici e chimici si deve tenere in considerazione dei vantaggi ma anche degli svantaggi.

I filtri solari fisici sono particolarmente sicuri per la salute della pelle ma presentano lo svantaggio di non poter garantire protezioni elevate.

I filtri solari chimici, invece, hanno il vantaggio di essere particolarmente efficaci e di riuscire a garantire delle protezioni solari più elevate, garantendo un’abbronzatura omogenea. A questo proposito è opportuno ricordare che anche i filtri solari sono regolati dal Nuovo Regolamento sui prodotti cosmetici; le sostanze attualmente ammesse sono 28, di cui 27 di tipo chimico e solo una di tipo fisico. L’unico filtro fisico è il biossido di titanio, con una concentrazione massima autorizzata pari al 25%.

Ad ogni modo se poniamo la nostra attenzione sul tema dell’inquinamento e sull’uso dei solari, è possibile affermare che entrambi i tipi di filtri inquinano. Anche i filtri cosiddetti “naturali” in realtà subiscono dei procedimenti industriali da non sottovalutare poiché lo stesso ossido di zinco e il biossido di titanio non sono presenti in natura! Pertanto, anch’essi provocano un impatto ambientale non indifferente.

Per concludere questo argomento (molto complesso e che meriterebbe ulteriori approfondimenti), la scelta di usare un filtro chimico piuttosto di un filtro fisico spetta al consumatore e alla sua conoscenza e consapevolezza.

Personalmente preferisco utilizzare per la mia pelle un filtro chimico perché lo ritengo più stabile e sicuro.

PROTEZIONE VISO

La protezione della pelle, soprattutto quella del viso, è necessaria non soltanto nel periodo estivo ma anche per il resto dell’anno. Il mito da sfatare è proprio quello che dice di proteggersi dal sole soltanto nei mesi caldi e al mare perché il sole può provocare danni in tutte le stagioni e per questo motivo è importante utilizzare creme contenenti filtri solari anche nei mesi più freddi e in montagna.

Per la protezione della pelle del viso e del décolleté utilizzo in particolar modo due solari con filtri chimici di La Roche Posay della gamma Anthelios: il Gel-Crema tocco secco anti-lucidità SPF 50+ e lo Spray solare fresco invisibile SPF 50.

Entrambi i prodotti offrono una protezione ottimale SPF 50+ rinforzata contro i raggi UVA grazie alla tecnologia XL-PROTECT ad ampio spettro e fotostabile anti-UVA/UVB unita alle proprietà lenitive e antiossidanti dell’Acqua Termale di La Roche-Posay; acqua dalle caratteristiche uniche e particolarmente efficace contro i radicali liberi generati dai raggi UVA-UVB.

Sono privi di parabeni e sono stati formulati anche per le persone intolleranti al Nickel e per coloro che hanno una pelle sensibile o tendente ad intolleranze solari, comunemente chiamate allergie solari. Si possono utilizzare anche come prevenzione delle macchie pigmentarie dovute al sole.

Entrambi i prodotti sono adatti in particolar modo per coloro che hanno una pelle grassa o mista grazie alla doppia azione anti-lucidità: grazie alla tecnologia AIRLICIUM, le micro-particelle opacizzanti assorbono e controllano le fonti di lucidità come sebo, sudore e umidità.

La texture del Gel- Crema è a tocco secco: non unge, non appiccica e non lascia tracce bianche. Dona un assorbimento immediato e un effetto opacizzante.

La texture dello Spray è leggera e fresca: anch’essa non unge, non appiccica e non lascia tracce bianche.

Modo d’uso: Applicare il prodotto prima dell’esposizione al sole ed eventualmente prima del make-up. Riapplicare frequentemente e abbondantemente per mantenere la protezione soprattutto dopo aver sudato o essersi bagnati ed asciugati.

PROTEZIONE CORPO

Per il corpo la mia scelta è particolarmente orientata a brands Made in Italy come Alkemilla Eco Bio Cosmetic e Antos Cosmesi Naturale.

Le mie protezioni solari preferite sono: la Crema solare SPF 30 e l’Olio solare SPF 30 di Alkemilla Eco Bio Cosmetic e il Latte solare SPF 30 di Antos Cosmesi Naturale.

Tutti e tre contengono filtri chimici tecnologicamente fotostabili uniti ad estratti e oli vegetali dall’azione idratante e lenitiva.

La Crema solare SPF 30 e l’Olio solare SPF 30 di Alkemilla sono consigliate per pelli di fototipo mediamente sensibile ai raggi solari e sono ottimi per le prime esposizioni. Lasciano la pelle idratata, morbida e profumata grazie alla presenza di sostanze vegetali come olio di cocco, burro di cacao e di karité, aloe vera, altea, malva e mallo di noce. L’estratto di henné e di carota coadiuva una dorata abbronzatura e la fragranza Monoi lascia la pelle piacevolmente profumata.

Lo Spray SPF 30 ha una formulazione spray dal tocco secco e dalla consistenza leggera: non unge e si assorbe rapidamente.

Infine, il Latte solare SPF 30 di Antos Cosmesi Naturale è un prodotto delicato e protettivo adatto per le prime esposizioni al sole e per le pelli particolarmente tendenti a scottature. La sua texture fine contribuisce ad idratare la pelle durante l’abbronzatura. Gli attivi naturali presenti in questa formulazione sono: olio di avocado, estratti di mallo di noce, iperico, aloe, vitamina E, niacinamide (vitamina PP) e carotene. Svolge inoltre un’azione anti age e aiuta a donare alla pelle un’abbronzatura dorata.

Questa protezione è adatta sia per il viso che per il corpo, anche per i bambini più piccoli.

Anche per le protezioni solari del corpo è opportuno applicarle dopo ogni 2-3 ore di esposizione ai raggi solari.

PROTEZIONE CAPELLI

Il mio olio per capelli preferito è quello di cocco: l’elisir di bellezza per capelli morbidi e lucenti!

In estate utilizzo spesso quello di Cocco vergine oppure quello al Monoi Tiaré di Tea Natura.

Ovviamente questi oli sono completamente naturali e non contengono filtri chimici. Sono ideali per la cura dei capelli e possono essere utilizzati anche sul corpo per stimolare l’abbronzatura.

Sui capelli possono essere utilizzati come maschera pre-shampoo da tenere in posa almeno mezz’ora oppure durante l’esposizione solare. Per evitare che i capelli si rovinino, consiglio di proteggerli ulteriormente anche con una fascia, foulard o bandana.

Spero che questo articolo vi sia piaciuto; per qualsiasi dubbio o curiosità non esitate a contattarmi!

FOLLOW ME!

  • Instagram
  • Facebook
  • Iscrizione gratuita alla newsletter per restare sempre aggiornate su novità e promozioni! Basta inserire il vostro indirizzo e-mail nella home page o nella sidebar del blog.
  • In questa pagina potete trovare tutti i codici sconti riservati da negozi, e-commerce e brand partner!

www.acidaromantica.com

    Leave a Reply

    Non perderti i prossimi articoli!

    Iscriviti gratuitamente alla Newsletter

    Privacy Policy
    Cookie Policy