Instagram

Seguimi!

CURA DEI CAPELLI: PERCHÈ SCEGLIERE COSMETICI BIOLOGICI?

10 agosto 2018

Ciao a tutti, bentornati sul mio blog. Oggi inizio a parlarvi della cura dei capelli; argomento a cui tengo molto dedicare appositi articoli poiché il tema è molto vasto e spesso vi regna parecchia disinformazione.

In questo articolo voglio soffermarmi sulla “SCELTA” dei prodotti spiegandovi il motivo per il quale è importante scegliere cosmetici biologici per la cura della bellezza della nostra chioma secondo la mia personale esperienza.

Utilizzare prodotti biologici non è soltanto una scelta etica che ha a cuore la nostra salute e quella per l’ambiente ma è anche una scelta consapevole che vede come protagonisti i prodotti di migliore qualità privi di sostanze tossiche, allergizzanti e sostanze chimiche di sintesi.

Avere cura della nostra pelle e dei nostri capelli, quindi, non è soltanto una mera questione estetica ma si tratta di aver cura a 360° della nostra salute e far felice il nostro corpo.

Personalmente ho cominciato a interessarmi alla cosmetica biologica da alcuni anni e ad oggi posso dirvi con certezza che sono fiera di aver preso questa radicale decisione di consapevolezza e di diventare ogni giorno una consumatrice sempre più consapevole.

La pelle, infatti, così come i capelli, si nutre di ciò che le diamo, sia quando mangiamo sia quando ci spalmiamo le creme, oli e quant’altro.

Tuttavia, gestire il passaggio all’eco bio a volte risulta difficoltoso e i capelli pare siano i primi a subire una “Fase Shock”. Nel mio caso l’esperienza del passaggio al mondo naturale non è stata così traumatica e per questo voglio darvi alcuni consigli e informazioni.

Perché preferire prodotti naturali per la cura dei capelli? 

Da sempre la capigliatura rappresenta un elemento fondamentale della personalità, della bellezza, del fascino e della seduzione. Colorati, decolorati, lunghi, corti, lisci, ricci o selvaggi, i capelli sono un importante biglietto da visita al pari dell’abbigliamento; ma essi, sono anche un indicatore significativo del benessere psicofisico di una persona. I principali fattori che possono condizionare la salute dei nostri capelli sono: il corredo genetico, lo stile di vita che conduciamo e il nostro equilibrio psicologico.

Per mantenere una capigliatura sana è importante innanzitutto una BUONA ALIMENTAZIONE ricca di frutta, verdura e altri cibi che contengono vitamine e sali minerali e bere molta acqua.

Inoltre, è molto importante mantenere in salute i capelli anche con la giusta igiene e cura quotidiana attraverso alcune buone pratiche:

LAVAGGIO e DETERSIONE 

È buona norma lavare i capelli 2 o 3 volte la settimana con shampoo delicati per non aggredire il fusto e la cute. La detersione è estremamente importante perché il sebo, lo sporco, i residui tossici da smog e l’acqua che si accumulano sul cuoio capelluto hanno la tendenza a occluderlo e hanno un’azione pro-infiammatoria; inoltre, stimolano l’ulteriore produzione di sebo.

TAGLIO 

Per avere una chioma sana, forte e lucente si consiglia di tagliare i capelli ogni 3/6 mesi a seconda della qualità e delle caratteristiche del capello. Durante il passaggio al bio, infatti, se il capello è particolarmente danneggiato è buona norma tagliarlo ogni 3 mesi in modo tale da eliminare le punte usurate e rendere i capelli più corposi.

Quanti cm? Dipende da quanto il capello è danneggiato!

Come potete capire il taglio è molto soggettivo ma indispensabile per avere una chioma sana.

Non esistono prodotti in grado di eliminare le doppie punte o lunghezze danneggiate.

Esiste solo un rimedio: tagliare e prevenire con i prodotti “giusti”.

SCELTA DEI COSMETICI

Eccoci arrivati al punto fondamentale dell’argomento trattato.

La mancata attenzione all’utilizzo di un cosmetico per capelli “giusto” non è priva di conseguenze.

I nemici numero 1 del capello sono gli agenti lavanti chimici, noti anche come Laurilsofati di Sodio (tensioattivi di derivazione sintetica molto aggressivi). Purtroppo, questi non sono l’unica minaccia alla salute dei capelli; tra gli altri imputati spiccano anche i siliconi e i petrolati.

Molte aziende di cosmetica fanno largo uso dei siliconi perché spinte dal loro basso costo e dalla forte capacità di resistenza alle alte temperature. I siliconi non sono che polimeri semi organici derivati dalla silice e hanno la caratteristica di rendere i capelli morbidi, lucenti e setosi.

Seppur questo effetto possa essere piacevole alla vista e al tatto, l’impiego dei siliconi nasconde dei pericoli. Essi infatti creano una serie di barriere che impediscono alla cute di traspirare e “cementano” il capello, seccandolo. In questo modo viene impedito il passaggio di sostanze idratanti e nutrienti sia alla cute che al capello.

Con il tempo, la cuticola del fusto pilare, ormai diventata molto fragile, si apre in squame e i capelli diventano porosi, poco docili al pettine, si spezzano facilmente formando le inestetiche “doppie punte”.

Come abbiamo visto, i nemici non sono solo i siliconi ma anche  i Laurilsofati di Sodio e petrolati che a lungo andare tendono non solo a rovinare i capelli ma a rendere il cuoio capelluto arrossato, pruriginoso e soggetto a problematiche significative come la dermatite seborroica.

L’utilizzo di prodotti cosmetici di sintesi nell’haircare quotidiana contribuisce a far perdere tono e lucentezza ai capelli, i quali tenderanno a sporcarsi più velocemente, costringendoci a lavarli più spesso; ciò non fa altro che danneggiarli fino a quando non saranno inevitabilmente compromessi.

Per queste ragioni è bene scegliere cosmetici per capelli con molta cura, prediligendo quelli di origine naturale e biologici. Un prodotto biologico, infatti, è garanzia di efficacia e qualità.

Durante il passaggio al bio sarà necessario provare e alternare differenti tipi, fino a individuare quello che si adatta nel modo migliore ai nostri capelli e che lascia il cuoio capelluto pulito senza aggredirlo e soprattutto dopo un uso prolungato.

La scelta dei componenti di qualsiasi prodotto che applichiamo sulla nostra pelle o sui capelli merita un’attenta conoscenza dell’INCI, ovvero la lista degli ingredienti che lo compongono.

La cosa più importante quindi è quella di saper leggere l’etichetta.

Ingredienti da evitare:

  • Ammonium lauryl sulfate
  • Diethanolamine (Dea)
  • Dimethicone
  • Formaldehyde
  • Lanolin
  • Mineral oil
  • Parabens (methylparaben, propylparaben, per esempio)
  • Petroleum
  • Polyethelyne glycol (anche chiamato PEG/polyethelyne, o polyoxyethelyne)
  • Propylene glicol
  • Sodium chloride
  • Sodium laureth sulfate
  • Sodium lauryl sulfate (Sls)
  • Synthetic colors (spesso FD&C o D&C seguito da un colore e un numero)
  • Synthetic fragrance o parfum
  • Triethanolamine (Tea)

Secondo la mia personale esperienza mi sento di consigliare, per chi è alle prime armi con il BIO, la linea per capelli di OMIA LABORATOIRES.

OMIA LABORATOIRES offre soluzioni cosmetiche in sintonia con la natura, la pelle e i capelli.

La linea per capelli Omia Eco-Biologica offre nuove soluzioni per il trattamento dei capelli e si caratterizza per:

  • Costo equo e alto valore;
  • Prodotti certificati eco-bio con elevata performance e gradevolezza d’uso;
  • Prodotti testati al nichel, cromo e cobalto;
  • Gamma ampia di trattamento capelli certificata eco-bio e cruelty free.

L’obiettivo di OMIA LABORATOIRES é quello di realizzare prodotti che abbiano la performance e la gradevolezza dei cosmetici che sfruttano la tecnologia di materie prime sintetiche, partendo però dall’utilizzo prevalente di ingredienti di origine naturale.

I prodotti della linea sono tutti cosmetici eco bio certificati da ICEA.

Durante il passaggio al bio, la scelta sui cosmetici da utilizzare sui miei capelli si è orientata su questo brand.

Le linee per capelli proposte da OMIA LABORATOIRES sono:

  • OLIO D’ARGAN – capelli lisci
  • OLIO DI SEMI DI LINO – capelli forti
  • OLIO DI MACADAMIA – capelli luminosi
  • ALOE VERA

Tutte le linee sono composte da:

  • Shampoo 250 ml      4,95 euro
  • Balsamo  200 ml      5,55 euro
  • Maschera 250 ml     5,20 euro
  • Olio capelli * 100 ml 8,95 euro
    *no per linea Aloe Vera

Si tratta di linee versatili e perfette per ogni esigenza. Personalmente la linea che ho preferito è quella all’OLIO DI SEMI DI LINO.

L’alto contenuto di minerali, proteine e lipidi, fanno dei semi di lino delle piccole e preziose perle di salute. La sua particolare composizione in acidi grassi, vitamine E e F, betacarotene e lecitina, rendono l’olio di semi di lino un ottimo rimedio naturale per capelli spenti e sfibrati, ripristinando l’equilibrio del cuoio capelluto e sanando la cute.
Ricchissimo in proteine e acido linoleico e alfa linoleico, quest’olio è particolarmente indicato per trattare la secchezza di pelle e capelli, donando particolare lucentezza alla capigliatura.

L’olio di semi di lino agisce altresì come lucidante, ripristinando la naturale lucentezza della chioma.
L’olio di semi di lino, grazie alle sue caratteristiche proprietà, costituisce il rimedio elettivo per la bellezza dei capelli, ne sostiene la rigenerazione ristrutturandoli alla radice. Viene impiegato come nutrimento anche mediante impacchi prima del consueto lavaggio o per lucidare i capelli dopo l’asciugatura eliminandone l’effetto crespo. Protegge inoltre dai danni del sole ed è perciò indicato dopo i bagni di mare.

Una linea favolosa, low cost, di facile reperibilità, estremamente performante e dalla massima resa! Una linea che non ho più abbandonato dalla mia haircare routine.

Infine, voglio concludere questo articolo suggerendovi un rimedio naturale per aiutare la vostra chioma a liberarsi dai siliconi e da tutte quelle sostanze dannose per i capelli.

Di questo rimedio, ve ne ho già parlato in diverse reviews e si tratta dello shampoo lavante con Ghassoul, l’argilla del Marocco.

Esso è un rimedio naturale per migliorare la salute dei capelli e del cuoio capelluto. Ha un’azione purificante e ristrutturante. Molto utile durante il passaggio al bio o ai prodotti naturali per liberare i capelli dai siliconi e da tutte le sostanze dannose. Migliora l’ossigenazione del cuoio capelluto e stimola la crescita.

NOTA IMPORTANTE: utilizzare con cautela se i capelli sono trattati chimicamente; si consiglia di provare su piccole ciocche prima di applicare l’argilla su tutta la testa. I capelli trattati, infatti, possono rispondere a questo prodotto in modo imprevisto (rari casi).

Il passaggio all’eco-bio non è facilissimo. All’inizio si potrebbe avere l’impressione che le maschere non facciano effetto e che i capelli siano più sfibrati e pesanti del solito.

Tuttavia, si tratta solamente di una tappa momentanea durante la quale la guaina siliconica si dissolve a poco a poco mostrando tutti i danni che ha fatto ai vostri capelli.

Il tempo per notare miglioramenti può variare da poche settimane a mesi a seconda della qualità e delle condizioni del capello.

Ricordate: se decidete di passare all’utilizzo di prodotti eco bio è importantissimo utilizzare soltanto prodotti naturali o almeno dall’INCI accettabile e soprattutto senza siliconi, altrimenti tornerete indietro!

La pazienza e la costanza vi premieranno!

Spero che questo articolo abbia catturato la vostra attenzione e vi abbia incuriosito.

Se avete domande sono sempre a vostra disposizione!

A presto 😉

–> strumento utile per la lettura degli INCI : Biodizionario.it

FOLLOW ME!

  • Instagram
  • Facebook
  • Iscrizione gratuita alla newsletter per restare sempre aggiornate su novità e promozioni! Basta inserire il vostro indirizzo e-mail nella home page o nella sidebar del blog.
  • In questa pagina potete trovare tutti i codici sconti riservati da negozi, e-commerce e brand partner!

www.acidaromantica.com

    Leave a Reply

    Non perderti i prossimi articoli!

    Iscriviti gratuitamente alla Newsletter

    Privacy Policy
    Cookie Policy